€ 42.300.000 PER FINANZIARE OPERE CINEMATOGRAFICHE, TELEVISIVE E WEB

322

Finanziamenti per far respirare le imprese cinematografiche e audiovisive italiane

€ 42.300.000 per finanziare opere cinematografiche, Televisive e Web

La Direzione Generale per il Cinema e l’Audiovisivo ha reso nota la disponibilità, per il 2022, di € 42.300.000. Il bando recita, facendo riferimento all’art. 26 della legge n. 220 del 2016, che per il corrente anno, la cifra è stata programmata per la concessione di contributi selettivi per la scrittura, lo sviluppo e la pre-produzione, la produzione di opere cinematografiche e audiovisive.

LINK UFFICIALE DEL BANDO
Anno 2022 – Bando per la concessione di contributi selettivi per la scrittura, lo sviluppo e la pre-produzione, la produzione di opere cinematografiche e audiovisive – art. 26 della legge n. 220 del 2016

Ecco alcuni dettagli:
CANALE DI DESTINAZIONE: Cinema, Tv, Web
FASE FILIERA INTERESSATA: Produzione
PRODOTTI ELEGGIBILI: Lungometraggi, opere seriali o non seriali a carattere narrativo o documentaristico
NAZIONALITÀ: Film italiano o coproduzione
BENEFICIARI: Imprese cinematografiche e audiovisive italiane
MECCANISMO: Selettivo

RIPARTO RISORSE

  • Scrittura di sceneggiature di opere cinematografiche, televisive e web: euro 1.200.000;
  • Sviluppo e pre-produzione di opere cinematografiche, televisive e web: euro 3.000.000;

Inoltre, sono previsti, sempre per il 2022:
€ 38.100.000 (divisi in 3 sessioni), così suddivisi per plafond

  • Giovani autori, incluse le opere di ricerca e formazione (CINEMA):
    € 6.000.000 | € 2.000.000 per sessione (max 7 opere per sessione, di cui almeno 2 riservate a reti di imprese e imprese di nuova costituzione);
  • Opere prime e seconde, incluse le opere di ricerca e formazione (CINEMA):
    € 6.900.000 | € 2.300.000 per sessione (max 7 opere per sessione, di cui almeno 2 riservate a reti di imprese e imprese di nuova costituzione);
  • Documentari e cortometraggi (CINEMA, TV, WEB*):
    € 3.300.000 | € 1.100.000 per sessione. In ciascuna sessione:

    • € 800.000 riservati ai documentari di lungometraggio (max 11 opere);
    • € 300.000 riservati ai cortometraggi (max 10 opere)

almeno 15% di questi importi è riservato a reti d’imprese e ad imprese di nuova costituzione; *solo se diffusi tramite fornitori di servizi media audiovisivi su altri mezzi

  • Animazione (CINEMA, TV, WEB*):
    € 4.800.000 |€ 1.600.000 per sessione, di cui il 20% (€ 320.000) riservato a reti d’imprese e ad imprese di nuova costituzione. *solo se diffusi tramite fornitori di servizi media audiovisivi su altri mezzi
  • Opere di particolare qualità artistica e film difficili con risorse finanziarie modeste o opere di formazione e ricerca (CINEMA)
    € 17.100.000 | € 5.700.000 per sessione. In ciascuna sessione:

    • € 2.000.000 riservati ai film difficili con risorse finanziarie modeste, incluse le opere di formazione e ricerca (max 5 opere);
    • € 3.700.000 riservati ai film di particolare qualità artistica (max 7 opere)
      Almeno 2 opere sono riservate a reti di imprese e a imprese di nuova costituzione.

In caso di risorse residue non assegnate è possibile derogare al numero massimo di progetti ammessi a contributo.

PARAMETRI FINANZIARI

  • Giovani autori
    Costo complessivo: max € 4.000.000 (1.500.000 per le opere di ricerca e formazione)
    Costi sopra la linea: max 25% dei costi di produzione
  • Opere prime e seconde
    Costo complessivo: max € 4.000.000 (1.500.000 per le opere di ricerca e formazione)
    Costi sopra la linea: max 25% dei costi di produzione
  • Documentari e cortometraggi
    Costo complessivo: Documentari – max € 1.000.000 | Cortometraggi – max € 200.000
  • Animazione
    Nessun limite
  • Opere di particolare qualità artistica e film difficili con risorse finanziarie modeste
    Costo complessivo:
    – film difficili – max € 1.500.000
    – opere di particolare qualità artistica – max € 4.000.000
    – costi sopra la linea: max 30% dei costi di produzione

Per ciascuna sessione, è possibile finanziare al massimo 2 opere cinematografiche di straordinaria qualità artistica, aventi un costo complessivo superiore a € 4.000.000, legate a temi culturali, a fatti storici, eventi, luoghi o personaggi che caratterizzano l’identità nazionale.

CONTRIBUTO MINIMO
70% del contributo massimo assegnabile.

CONTRIBUTO MASSIMO
50% costi ammissibili
Max € 1.000.000 (animazione, giovani autori, opere prime e seconde)
Max € 1.300.000 (opere di particolare qualità artistica)

TIPOLOGIA CONTRIBUTO
Fondo perduto

REQUISITI

  • richiesta di nazionalità italiana effettuata;
  • in caso di coproduzione, compartecipazione o produzione internazionale le imprese italiane detengono una quota di diritti non inferiore al 20%, ridotta a 10% in caso di più di due Paesi coinvolti
  • avere sede legale nello Spazio Economico Europeo;
  • avere residenza fiscale in Italia;
  • non essere qualificabili come imprese non europee;
  • essere qualificabili come produttori indipendenti;
  • codice Ateco 59.11 ed iscrizione nella sezione ordinaria del Registro delle imprese;
  • essere in possesso dei diritti di elaborazione a carattere creativo sul soggetto, il trattamento, o altro materiale artistico

SPESA MINIMA SUL TERRITORIO
100% del contributo concesso su territorio italiano

EROGAZIONE
Il beneficiario può richiedere il contributo in due modalità:

  • Entro 12 mesi dalla graduatoria, e non prima di 60 giorni dall’inizio delle riprese, l’impresa può richiedere un acconto del 60% del contributo riconosciuto, allegando la documentazione richiesta;
  • Entro 90 giorni, la DGCA eroga il saldo del contributo;
  • Entro 30 giorni dall’erogazione dell’acconto, l’impresa presenta quietanza di pagamento del compenso dovuto agli autori del soggetto e della sceneggiatura;
  • Entro 24 mesi dalla graduatoria (36 per opere di animazione), l’impresa presenta la richiesta definitiva di liquidazione del contributo, allegando la documentazione richiesta.
  • Entro 90 giorni, la DGCA eroga il saldo del contributo.

In alternativa

  • Entro 24 mesi dalla graduatoria il beneficiario chiede l’erogazione dell’intero contributo, allegando la documentazione richiesta
  • Entro 90 giorni, la DGCA eroga il saldo del contributo

 

Per facilitare la richiesta di informazioni, di seguito riportiamo i recapiti dei referenti che possono essere contattati per ulteriori informazioni:

Servizio II
Dirigente in attesa di assegnazione
Tel. 06. 6723.3248
Email:
PEO: dg-ca.servizio2@beniculturali.it
PEC: dg-ca.servizio2@mailcert.beniculturali.it 

Funzionario Referente
Andrea D’Ottavi
Tel. 06. 6723.3264
Email: andrea.dottavi@beniculturali.it

Personale addetto
Antonella Fralleone
Tel. 06. 6723.3226
Email: antonella.fralleone@beniculturali.it

Supporto Cinecittà SpA
Serena Rocconi
Tel. 06. 6723.3427
Email: serena.rocconi@beniculturali.it

Pietro Torcolini
Tel. 06. 6723.3264
Email: piero.torcolini@beniculturali.it

Supporto Ales SpA
Cecilia Cavicchioni
Tel. 06. 6723.3493
Email: cecilia.cavicchioni@beniculturali.it

Federica Falfari
Tel. 06. 6723.3431
Email: federica.falfari@beniculturali.it

Erica Rossi
Tel. 06.6723.3453
Email: erica.rossi@beniculturali.it

Riccardo Artana
Tel. 06. 6723.3262
Email: riccardo.artana@beniculturali.it

Paola Trippa
Tel. 06. 6723.3327
Email: paola.trippa@beniculturali.it

Assunta Fuccia
Tel. 06. 6723.3338
Email: assunta.fuccia@beniculturali.it

 

Articolo precedenteMARSHALL: NOVITÀ AL NAB 2022 TELECAMERE GLOBAL E ROLLING SHUTTER
Articolo successivoMIA: GAIA TRIDENTE È IL NUOVO DIRETTORE