BLT _ ONE TV _ VNL-VOLLEYBALL NATIONS LEAGUE
BLT _ ONE TV _ VNL-VOLLEYBALL NATIONS LEAGUE

 

LA FIVB HA AFFIDATO A ONE TV LA PRODUZIONE TELEVISIVA DELL’IMPORTANTE MANIFESTAZIONE SPORTIVA APPRODATA A RIMINI FIERA. VEDE LA PRESENZA DI SQUADRE IN ARRIVO DAI DIVERSI CONTINENTI, CHE DISPUTERANNO BEN 248 INCONTRI IN POCO PIU’ DI UN MESE.

TRA I PARTNER SELEZIONATI DA ONE TV PER AFFRONTARE QUESTA IMPORTANTE SFIDA, CHE VEDE ALL’OPERA OLTRE 100 TECNICI, TROVIAMO: INFRONT, NETCO, LIVESAT, SOUL MOVIE, ROAD EVENT E, SOPRATTUTTO, LA BLT CHE, IN POCHISSIMO TEMPO, HA REALIZZATO LE SOLUZIONI CUSTOMIZZATE SULLE SPECIFICHE RICHIESTE ESPRESSE DALLA FIVB E DA ONE TV.

 

Numeri significativi quelli dichiarati dal VNL-VolleyBall Nations League, organizzato dalla FIVB-Fédération Internationale de Volleyball, e ospitato dalla Fiera di Rimini, dal 24 maggio al 27 di giugno. La FIVB ha commissionato alla ONE TV la produzione televisiva dell’intero evento. Ecco l’importante evento manifestazione internazionale in numeri:

· • 33 giorni continuativi di produzione live

· • 578 ore totali di diretta

· • 248 incontri totali

· • 8 incontri giornalieri

· • 27 paesi collegati

· • 3 OBVAN impegnati

· • 118 tecnici e addetti

Il coordinamento della regia e delle attività di pre-produzione è stata affidata a Nello Isola, coadiuvato nella fase realizzativa anche da Angelo Carosi, visto che, in alcuni casi, vengono realizzati anche due match in contemporanea; oltre al numero di incontri previsti ogni giorno. I due registi sono supportati da Franco Scotton e Maurizio Quattrini. Imponente lo sforzo tecnologico messo in campo dalla ONE TV guidata da Andrea Gianolli.

Oltre all’impiego di due OB Van destinati alle riprese, vede anche l’utilizzo di un terzo OB Van, dedicato all’imponente lavoro di catalogazione e generazione dei meta-data, utilizzati dai diversi broadcaster per confezionare i loro servizi; oltre che dalle numerose piattaforme distribuite nei diversi continenti, che hanno acquisito i diritti per la delivery dell’evento.

In questo caso, è stato notevole lo sforzo della BLT che ha approntato in tempi davvero ristretti, oltre all’imponente sistema di slow-motion operativamente ultraveloce, come richiede questo tipo di match (forse più di qualsiasi altro sport). Prevede 24 canali di registrazione (per ogni singolo sistema di produzione), e una capacità di storage condiviso di 180TB.

Il volume delle clip generate quotidianamente, vede una media di circa 8.000 clip, per una previsione totale che dovrebbe superare le 260.000. Il sistema è comunque dimensionato per oltre 4 milioni di sequenze.

Le clip, che vengono gestite mediante la generazione di avanzati meta-data e catalogate con il potente database integrato dalla BLT, possono essere visionate e acquisite sia in alta qualità che in Low-Res, mediante il browser, anche per una consultazione veloce; per poi effettuare la selezione e scaricare quelle che l’editor ritiene utili per il proprio servizio. In partenza, erano circa una decina le piattaforme web collegate dai diversi continenti; un numero destinato a crescere in base ai successi delle singole squadre e alla loro posizione nella classifica.

Altre tre postazioni sono invece operative all’interno del compound e forniscono contenuti ai vari giornalisti presenti nella location dell’evento. Va poi detto che One TV, in questo caso (visto il particolare periodo di contenimento e per poter rispondere adeguatamente al notevole impegno operativo che vede gli otto match previsti ogni giorno spesso, sovrapposti o con pause limitate), ha dovuto organizzare anche le attività di ospitalità e ristorazione, andando a pianificare così un’organizzazione a 360° di tutte le fasi, a livello di gestione e logistica.

 

 

Articolo precedenteC’ERA UNA VOLTA IL MONOSCOPIO: EPOPEA E DECLINO DELLA TELEVISIONE GENERALISTA
Articolo successivoROHDE & SCHWARZ ESPANDE LA FAMIGLIA SPYCERNODE CON IL NUOVO SPYCERNODE SC