L’UNIVERSITÀ CATTOLICA E LE SOLUZIONI PANASONIC PER LA DIDATTICA

103

“L’Università Cattolica, secondo lo spirito dei suoi fondatori, fa proprio l’obiettivo di assicurare una presenza nel mondo universitario e culturale di persone impegnate ad affrontare e risolvere, alla luce del messaggio cristiano e dei principi morali, i problemi della società e della cultura”
Statuto dell’Università Cattolica, Articolo 1

L’Università Cattolica è il più grande Ateneo cattolico d’Europa e l’unica Università italiana che può vantare una dimensione nazionale con i suoi cinque Campus: Milano, Piacenza, Cremona, Brescia e Roma, dove è presente anche il Policlinico Universitario “A. Gemelli”.

“Negli ultimi 100 anni” recita il sito dell’Istituzione, “Abbiamo formato una parte significativa della classe dirigente del nostro Paese: esponenti delle istituzioni, della politica, del diritto; accademici e intellettuali, imprenditori e manager, insegnanti e professionisti, vescovi e giornalisti, editori e scrittori. E tanti altri ancora, volti noti e meno noti, che hanno contribuito a rafforzare la reputazione dell’Università Cattolica in Italia e nel mondo”.

L’Università Cattolica viene fondata da Agostino Gemelli insieme a un gruppo di intellettuali cattolici: Ludovico Necchi, Francesco Olgiati, Armida Barelli ed Ernesto Lombardo.
Nel 1927 viene acquisito l’antico monastero di Sant’Ambrogio, progettato dal Bramante. Dal 30 ottobre 1932 l’edificio diviene la Sede centrale dell’Università.

Nel dopoguerra viene edificato il Campus di Piacenza, attivo a partire dall’anno accademico 1952-53. Nel 1961 inizia le sue attività a Roma la facoltà di Medicina e Chirurgia. Nel 1964 viene inaugurato il Policlinico Universitario “Agostino Gemelli”, che nel 2015 è conferito nella Fondazione Policlinico Universitario “Agostino Gemelli “ IRCCS. Nel 1965 si inaugura il Campus di Brescia e nel 1984 iniziano le prime lezioni nel Campus di Cremona.

Nel corso degli anni Novanta furono attivate nella Sede di Milano le Facoltà di Scienze bancarie, finanziarie e assicurative (1990), Lingue e letterature straniere – oggi Scienze linguistiche e letterature straniere (1991) – e Psicologia (1999). Nel 1997 la Facoltà di Economia di Piacenza, emanazione di quella della Sede di Milano, diventò autonoma e lo stesso avvenne nel 2000 per la Facoltà di Giurisprudenza, attiva dal 1995 nella Sede emiliana con un corso di laurea. Nell’anno accademico 2001-2002 a Milano nacque la Facoltà di Sociologia. A partire dall’anno accademico 2012-2013 l’Università Cattolica di Piacenza accorpa la Facoltà di Economia e la Facoltà di Giurisprudenza, mantenendo però distinti e autonomi i corsi di laurea. Oggi l’Ateneo vanta dodici Facoltà.

UN’ISTITUZIONE ALL’AVANGUARDIA TECNOLOGICA
L’Università Cattolica si è sempre distinta per aver selezionato le migliori tecnologie che il mercato forniva per dare il miglior servizio didattico ai propri iscritti. A questo proposito tutte le aule sono fornite di apparati multimediali a supporto della didattica. Video proiettori, telecamere di alta qualità e software di controllo hanno permesso di fornire agli studenti l’assistenza alle lezioni in video conferenza anche nel periodo della pandemia.
Dato il grande numero delle aule delle varie sedi universitarie, era necessario trovare il giusto compromesso tra qualità ed economicità. Panasonic ha fornito le giuste soluzioni.

Vediamole in dettaglio:

AW-HE38H
Telecamera con Zoom ottico 22x. Uscita video HDMI, oltre alla registrazione incorporata su unità USB o schede microSD. Per quest’apparato è disponibile anche la soluzione NDI|HX – PoE+ per l’alimentazione, con segnali audio, video, tally e di controllo a latenza ultra-bassa mediante cavo singolo oppure possibilità di ricorrere all’AW-HN38H per un supporto predefinito per NDI|HX.

Connettività IP per comandi e interfaccia Web, oltre al supporto di PoE+ per alimentazione, flussi di streaming e controllo della telecamera mediante un cavo singolo.

La telecamera AW-HE38 con funzioni Pan/Tilt/Zoom incorpora sensori MOS da 1/2,3” di nuova concezione e processori di segnale digitale (DSP) per livelli elevati di sensibilità e risoluzione, nonché capacità superiori nell’acquisizione video, in una vasta gamma di condizioni di ripresa.

AW-HE40S
Telecamera Full HD con funzione Pan-Tilt integrata, Zoom ottico 30x (zoom digitale 10x + Digital Extender). Ha una elevata gamma dinamica. È dotata di uscita video HD-SDI e Supporto PoE+.
La connessione IP permette di controllare fino a 100 unità AW-HE40H/S utilizzando AW-RP50E mentre la funzione di uscita delle immagini IP consente il monitoraggio delle immagini tramite connessione IP da un PC.
Sensore MOS 1/2,3″, funzione di ingresso audio, modalità High Dynamic Range (HDR). I/O RS422 e RS232C; memoria per massimo 100 preimpostazioni.

AW-UE4
Telecamera con ottica grandangolare con 111° di angolo di visuale, uscita video con risoluzione fino a 4K 30P.
Uscita video su tre interface: HDMI, LAN & USB, Alimentazione via PoE o USB-C.
AW-UE4K (nera) / AW-UE4W (bianca) Camera ePTZ Professionale 4K
La AW-UE4 è l’ideale per spazi ristretti grazie all’angolo di visuale così ampio.
La camera può essere alimentata tramite PoE* o USB-C tramite uno switch di rete o un computer, in questo modo con un singolo cavo si può alimentare, viene controllata e trasmette il segnale video e audio. In aggiunta, la camera è in grado di effettuare live streaming di qualità in RTMP per integrarsi direttamente con un servizio di live streaming come Youtube,ad esempio e può essere utilizzata anche per altri tipi di produzione live. Grazie alla risoluzione 4K può gestire riprese di spazi grandi e piccoli sfruttando le qualità grandangolari, questa camera è perfetta per i sistemi di lecture capture all’interno di aule didattiche e sale riunioni.

Tutte le camere compatibili sono state equipaggiate con il software di rilevamento automatico AW-SF100G
Le tecnologie di rilevamento del movimento e di riconoscimento facciale supportano il rilevamento automatico di precisione con un numero minimo di errori. Una volta agganciato, l’attore o il docente che si muove di fronte agli spettatori/studenti, viene seguito in modo continuo dalla telecamera senza la necessità di un tecnico al controllo.

CONSIDERAZIONI GENERALI SULLE TECNOLOGIE DI RIPRESA BRANDEGGIABILI
Le tecnologie dietro le telecamere PTZ sono cresciute: ora trasmettono
qualità e non solo. Oggi sono in grado di trasmettere in alta qualità e
sono ideali per studi televisivi e aule didattiche dove l’attenzione è massima sull’economia e lo spazio fisico.
Negli ultimi anni, le telecamere PTZ (Pan, Tilt e Zoom) sono diventate più potenti – e
versatili. Oggi le telecamere sono di qualità broadcast (fino a 4K) e sono dotate una completa dotazione di connettività.
Questo è importante per le moderne produzioni video in un ambiente in cui l’infrastruttura di trasmissione viene rapidamente sostituito dalla tecnologia IP/IT.
Le telecamere PTZ di Panasonic sono progettate per fornire movimenti fluidi e modulabili che non hanno nulla da invidiare alle riprese tradizionali con operatore.
La fluidità dei movimenti è controllabile tramite automazione e ripetibile con precisione.
Le telecamere PTZ Panasonic hanno una vasta gamma di interfacce: supporto 3G SDI, HDMI, seriale, IP, NDI e PoE+ per video, controllo e alimentazione.
Le telecamere PTZ possono essere controllate a distanza tramite rete, seriale, infrarossi e protocolli di terze parti.
Un’altra vantaggiosa caratteristica è data dal fatto che occupano poco spazio, possono essere installate a soffitto o su scrivania, su un jib, un traliccio o anche completamente nascoste.
Panasonic dispone di un’ampia varietà di controller e software di tracciamento automatico, oltre che di una flessibilità unica perché aperta al controllo di terze parti tramite protocollo aperto/API.

Formazione scolastica
Le telecamere PTZ sono ideali per riprendere le lezioni scolastiche.
Il contenuto può essere registrato da remoto o nella telecamera stessa ed è perfettamente utilizzabile per l’installazione in tutto il campus o addirittura sistemi multi-campus controllati centralmente. Gli studenti possono assistere alle lezioni dal vivo o on-demand.
Le telecamere possono essere gestite attraverso una varietà di ecosistemi di controllo tra cui Crestron, AMX ed Extron, o in modo più intuitivo toccando l’immagine su un iPad. E
grazie alla funzione Autotracking, l’insegnante può essere costantemente monitorato.
Le soluzioni Panasonic sono ideali anche per le riprese mediche di interventi chirurgici. La possibilità di un controllo remoto consente la presenza nlla sala operatoria del solo personale medico, mentre tutto il personale tecnico può risiedere in qualsiasi altra parte del mondo.
Insomma, abbiamo a disposizione tecnologie con enormi potenzialità e rispetto al passato con dei costi molto contenuti. Senza dubbio, grazie a queste tecnologie la didattica diventerà sempre più facilmente fruibile e a disposizione di tutti.