NEW HORIZONS INTERNATIONAL FILM FESTIVAL 21-31 LUGLIO 2022

125

Per la prima volta, il New Horizons IFF è stato lanciato nel 2001. Era un evento volto a presentare il cinema artistico indipendente – all’epoca rappresentato in Polonia piuttosto scarsamente – che cercava nuove modalità espressive e rompeva le frontiere stabilite dai registi convenzionali .

Questo è un festival di visionari del cinema, artisti irremovibili, abbastanza coraggiosi da seguire la propria strada contro le tendenze e parlare delle questioni più importanti, usando il proprio linguaggio unico. Tra centinaia di film proiettati ogni anno nei festival internazionali, oltre a questi inviati per la selezione, abbiamo scelto quelli che – per la loro forma insolita e la forza espressiva – si difendono dall’oblio. Questi film evocano reazioni estreme, suscitano emozioni, avviano discussioni vigorose e provocano estasi e proteste. Eppure, è questo genere di opere che dettano le tendenze del cinema internazionale. Il “Main Competition” è il concetto del “nuovo orizzonte” che nasce.

Ogni anno, il festival ospita diverse decine di registi provenienti da tutto il mondo, dagli esordienti ai maestri indiscussi del cinema. Abbiamo già avuto l’onore di ospitare: Abdellatif Kechiche, Agnès Varda, Nanni Moretti, Terry Gilliam, Peter Greenaway, Béla Tarr, Bruno Dumont, Carlos Reygadas, Aleksander Sokurow, Abel Ferrara, Kim Ki-duk, Tsai Ming-liang, Naomi Kawase , Carlos Saura, Claire Denis, Dušan Makavejev, Asghar Farhadi, Jean-Pierre e Luc Dardenne, Andrei Konchalovsky, Leos Carax, Stephen e Timothy Quay e Gaspar Noé.

Una delle componenti chiave della missione del festival è presentare i successi dei maestri del cinema e scoprire le opere di quegli artisti, che sono meno conosciuti, ma il loro lavoro è di enorme importanza per i creatori del festival.

Abbiamo già presentato le retrospettive di: Pier Paolo Pasolini, Philippe Garrel, Šarūnas Bartas, Derek Jarman, Shinya Tsukamoto, Yasujirō Ozu, Michelangelo Antonioni, Béla Tarr, Takashi Miike, Rainer Werner Fassbinder, Sergei Parajanov, Federico Fellini, Hal Hartley, Theo Angelopoulos, Andrzej Żuławski, Guy Maddin, Tsai Ming-liang, Jean Luc-Godard, Wojciech Jerzy Has, i fratelli Quay, Laura Mulvey, Anja Breien, Werner Nekes, Carlos Reygadas, Ulrich Seidl, Ingmar Bergman e Dušan Makavejev. L’anno 2017 ha visto le recensioni dei lavori del compianto Jacques Rivette – un visionario e co-creatore della New Wave, e dei film di Fred Kelemen – brillante operatore e regista, collaboratore di Béla Tarr. L’anno 2018 – di Pedro Costa, João César Monteiro, Nicolas Roeg e Ildikó Enyedi. L’anno 2019 – di Albert Serra, Olivier Assayas, Albertina Carri, Shūji Terayama. L’anno 2021 – Chantal Akerman, Apichatpong Weerasethakul e Angela Schanelec.

Il festival offre anche l’opportunità di dare un’occhiata più da vicino ai luoghi più interessanti della mappa cinematografica del mondo e di scoprire film difficilmente reperibili nella distribuzione regolare. Ultimamente abbiamo proiettato le opere provenienti da Nuova Zelanda, Australia, Canada, Turchia, Grecia, Svezia, Messico, Lituania e Norvegia. L’edizione 2017 del festival ha presentato gli ultimi film da Israele, il 2018 – dall’Iran, il 2019 – dall’Argentina. Il programma copre anche film ai margini del cinema e delle arti visive, mostre e concerti.

Gli eventi clou dell’edizione 2016 del festival includevano la proiezione del film d’opera “River of Fundament” di Matthew Barney e la messa in scena dell’opera “Lost Highway” (diretta da Natalia Korczakowska) basata sul film di David Lynch.

Il festival New Horizons è gradualmente diventato l’evento di questo tipo più visitato in Polonia, uno dei più popolari in questa parte d’Europa (con oltre 100.000 spettatori ogni anno) e, grazie all’eccezionale sviluppo di eventi come le Giornate polacche o il New Horizons Studio, un importante luogo di incontro per registi internazionali.

Il festival si tiene a Breslavia, la città con grandi tradizioni cinematografiche. Qui sono stati girati i film polacchi più acclamati: Ashes and Diamonds di Andrzej Wajda, Knife in the Water di Roman Polański, The Saragossa Manuscript di Wojciech Jerzy Has o A Lonely Woman di Agnieszka Holland. Cuore del festival è il Cinema New Horizons, un complesso di 9 sale (con 2.500 posti a sedere) dove il cinema d’arte viene proiettato 365 giorni all’anno. Questo è il più grande teatro d’essai d’Europa.

Il festival è organizzato dalla New Horizons Association, fondata nel 2003. Gli altri progetti principali dell’associazione sono l’American Film Festival a Wroclaw (www.americanfilmfestival.pl) e il Kids Film Festival (www.kinodzieci.pl). La New Horizons Association è anche un distributore cinematografico e il proprietario di New Horizons of Film Education (www.nhef.pl), che è il più grande progetto di educazione cinematografica in Polonia.

 

Articolo precedenteANICA E ANEC CON IL MIC E CON IL DAVID DI DONATELLO PRESENTANO “CINEMA IN FESTA”
Articolo successivo19° MAGNA GRÆCIA FILM FESTIVAL CATANZARO 30 LUGLIO-7 AGOSTO 2022