FRANCESCO RUTELLI: “TANTI FILM E POCA QUALITÀ?”

50

“Tutti gli elementi della filiera sono chiamati a fare un grande salto di qualità”

“I film italiani sono troppi e di scarsa qualità? Il dibattito sul tema c’è sempre stato ed è sempre aperto e utile, utilissimo…”.

Così Francesco Rutelli, Presidente ANICA, l’associazione nazionale delle industrie cinematografiche audiovisive e digitali, commenta – a margine della presentazione della conferenza del Soft Power Club a Venezia il 29 e 30 agosto – l’osservazione del Presidente della Biennale di Venezia, Alberto Barbera, secondo il quale nel cinema italiano “la quantità prevale sulla qualità”.

Rutelli sottolinea che “la domanda non è mai stata così alta, le sale cinematografiche ripartiranno: di questo sono sicuro”, afferma. Poi aggiunge: “La trasformazione nel settore è in corso, tutti gli elementi della filiera sono chiamati a fare un grande salto di qualità: ne parleremo nelle prossime settimane”, assicura. Quanto al programma della Mostra del Cinema di Venezia, lo definisce “ottimo”.

 

Articolo precedenteMEDIAPRO PRODUCE LA SUPERCOPPA DEL BELGIO IN 9:16 SU TIKTOK
Articolo successivoDEJERO PRESENTA LE NUOVE SOLUZIONI DI TRASMISSIONE E DECODIFICA 5G ALL’IBC 2022